Progettazione didattica di arte e immagine

Scarica il PDF

Foppa, Vincenzo 1430-1515

Pittore italiano, figura di primo piano nella pittura lombarda fino all'arrivo di Leonardo da Vinci. Nato e morto a Brescia, ma ha svolta la sua attività soprattutto a Milano. Ha conseguito la sua formazione a Padova, il suo stile robusto doveva molto a Mantegna, non da ultimo nel suo interesse in prospettiva. Le sue realizzazioni più importanti sono gli  affreschi in S. Eustorgio a Milano, e Santa Maria del Carmine a Brescia.
 

Sánchez Coello, Alonso 1531-1588

Pittore che era uno dei pionieri della grande tradizione della pittura spagnola ritratta. Il pittore ritratto preferito di re Filippo II, ha introdotto in ritratto spagnolo un carattere specificamente spagnolo che ha sopportato fino a Velzquez venuto in tribunale nel 1620.
 

Puligo, Domenico 1492-1527

Domenico Puligo, in realtà Domenico di Bartolomeo Ubaldini, pittore italiano. Secondo il Vasari fu allievo di Ridolfo Ghirlandaio. In seguito è stato assistente di Andrea del Sarto, in cui romana funziona la mano di Domenico è evidente. La sua pittura è stato influenzato da quello di Andrea del Sarto, Pontormo e Rosso Fiorentino. In realtà, egli è stato spesso attribuito opere che si credeva in precedenza per essere da questi due ultimi artisti manieristi. Come un pittore indipendente, ha usato un sfumato ancora più morbido di Andrea e, in gran parte sciogliendo i contorni, e una preferenza per un chiaroscuro marcato, ha raggiunto un atmosfera espressiva. Puligo dipinse numerose Madonne, per il quale ha preferito formati più piccoli..
 

Cerquozzi, Michelangelo 1602-60

Pittore italiano, noto come "Michelangelo della Battaglia" per la sua predilezione per le scene di battaglia. Trascorse tutta la sua carriera a Roma, ma ebbe un considerevole contatto con i pittori del Nord; Pieter van Laer è un esponente italiano di bambocciate (piccole immagini, scene di vita bassa e piacevoli). Dipinse anche piccole opere religiose e mitologiche e nature morte.
 

Fiorentino, Rosso 1495-1540

Giovan Battista di Jacopo venne chiamato il Rosso per i suoi capelli di colore rosso brillante. Insieme a Pontormo fu allievo di Andrea del Sarto. La sua opera più importante è considerata la grande pala d’altare che ha per soggetto la Deposizione dalla Croce, del 1521, oggi conservata a Volterra.
 

Benedetto Luti 1666-1724

Pittore italiano, relatore, collezionista, rivenditore e insegnante. Era uno degli artisti più significativi e influenti attivi a Roma nel primo quarto del XVIII secolo. Il figlio di un artigiano fiorentino, si allena nella sua città natale sotto la direzione di Anton Domenico Gabbiani e assorbì assolutamente lo stile di Pietro da Cortona e dei suoi successori tardo barocchi.
 

Lombardo, Tulio 1460-1532

Lombardo (o Lombardi), famiglia di artisti italiani, i principali scultori veneziani del loro periodo: Pietro ei suoi figli Tullio e Antonio. Pietro, proveniente dalla Lombardia, si stabilì a Venezia nel 1467. Fu architetto e scultore, e la sua chiesa di Santa Maria dei Miracoli (1481-89) sulla decorazione scultorea di cui fu assistito dai suoi figli, è stato chiamato il gioiello più scelto del lavoro rinascimentale a Venezia. Fra le sue numerose tombe nelle chiese veneziane, il più noto è quello di Doge Pietro Mocenigo (SS Giovanni e Paolo, 1476-81). Il suo stile si distingue per la lucidata padronanza del taglio di marmo e l'interesse per le antiche caratteristiche che si ripresentano nell'opera di Tullio.
 

Parler Peter-1330-1399

Architetto e scultore tedesco, membro più famoso di una dinastia dei muratori attivi nel XIV secolo e nei primi del XV secolo. Nel 1353 è stato nominato architetto della cattedrale di Praga e gran parte della struttura attuale è stata progettata da lui. Ha anche costruito il famoso Ponte Carlo sul fiume Moldava a Praga. Come scultore, è noto per una serie di busti ritratti nel triforio della Cattedrale di Praga, tra cui un autoritratto e uno dell'imperatore Carlo IV.
 

Trevisani Francesco 1656-1746

Pittore italiano. Ha dipinto pitture e pitture da cucina di temi biblici e mitologici in uno stile che varia tra il classicismo di Maratti e il modo più dolce e dolce del Barocchetto. I suoi ritratti, entrambi dei nobili padroni italiani e visitatori dei Grandi Turisti, si distinguono per la loro insolita informalità e il senso di intimità tra artista e soggetto.
 

Beever Julian

Julian Beever è conosciuta in tutto il mondo per i suoi disegni di pavimentazione, in particolare le sue illusioni 3D, disegnate in una distorsione speciale per creare un'impressione 3D quando si vede da un punto di vista particolare.
 

Carrà, Carlo 1881-1966

Carrà nasce a Quargnento (Alessandria), da famiglia artigiana. Dopo aver esercitato il mestiere di decoratore murale, nel 1906 entra all’Accademia di Brera dove sviluppa un’esperienza figurativa di tipo divisionista.
 

Cavarozzi, Bartolomeo 1587-1625

Bartolomeo Cavarozzi, detto Bartolomeo de' Crescenzi e un pittore italiano, nativo di Viterbo, che si stabilì in epoca relativamente giovane a Roma dove si trovava con il pittore Viterbese Tarquinio Ligustri, che si dimostrò strumentale per conoscere l'artista con la famiglia aristocratica Crescenzi.
 

Coecke van Aelst, Pieter 1502-1550

Pittore olandese, architetto, scultore, stilista di arazzi e vetrate, scrittore e editore. Un allievo di Bernard van Orley, entrò nella Guild di Anversa nel 1527. Qualche tempo prima era stato a Roma e nel 1533 visitò Costantinopoli.
 

de Orrente, Pedro 1580-1645

Pittore spagnolo. Nella sua giovinezza era un amico del figlio di El Greco, ma la sua arte si avvicina al percorso di Bassano e Ribalta. Chiaroscuro è l'elemento principale del suo stile, in particolare nei dipinti della sua maturità. Per la maggior parte della sua vita Orrente ha vissuto a Valencia e, infatti, è diventato membro della scuola valenciana. Ha dipinto numerose scene bibliche in cui i paesaggi hanno una certa importanza. Questi sono dominati dai toni marroni e rossi diffusi da Ribalta.
 

Del Maino, Giovanni Angelo 1496-1536

Giovanni Angelo del Maino è uno scultore italiano, figlio di Giacomo del Maino, un maestro di legno, che ha diretto uno dei più importanti laboratori di Milano.
 

Luca Ferrari, detto Luca da Reggio 1605-1654

Luca Ferrari (chiamata Luca da Reggio), pittore italiano. Le fonti sostengono di essere un allievo di Guido Reni, ma di giudicare dallo stile delle prime opere sopravvissute: il Miracolo di Giovanni Francesco Vincenzo e il Miracolo di Laura di Correggio (entrambi 1626-27, Reggio Emilia, Madonna della Ghiara), che non mostrano alcun effetto sull'influenza di Reni, avrebbe potuto addestrarsi nella sua città di origine a fianco degli artisti Leonello Spada, Alessandro Tiarini e Carlo Bononi, che negli anni 1610 e 1620 decoravano la basilica della Madonna della Ghiara.
 

Romano, Giovanni Cristoforo 1456-1512

Scultore italiano e medaglia. Era figlio di Isaia da Pisa. Alcuni studiosi hanno seguito Vasari suggerendo di essere stato addestrato da suo padre o da Paolo Romano, ma Isaia smise di lavorare e Paolo morì troppo presto per aver avuto un'influenza notevole su di lui.
 

Martorell, Bernat 1390-1452

Pittore catalano e miniaturista. Ha lavorato a Barcellona ed è stato il pittore eccezionale in Catalogna nel secondo trimestre del XV secolo, il successore di Borrass, che probabilmente gli ha insegnato.
 

Dei Fiori, Mario 1603-1673

Mario dei Fiori (originariamente Mario Nuzzi), pittore italiano. È stato il primo e più famoso pittore romano specializzato in pezzi di fiori e uno dei soli quattro artisti ancora in vita inclusi da Leone Pascoli nella sua collezione di biografie degli artisti.
 

Cerezo, Mateo 1637-1666

Pittore spagnolo. Prima ha addestrato con suo padre, Mateo Cerezo l'Anziano, pittore di immagini devozionali, e poi completato la sua formazione a Madrid, dove è arrivato c. 1654.