Storia dell'arte

Pablo Picasso - Les demoiselles d’Avignon 1907

Realizzato nel 1907, il quadro Les demoiselles d’Avignon rappresenta una svolta fondamentale nell’arte del ‘900, dando avvio alla stagione cubista. L’opera di Picasso non aveva in origine un titolo preciso e fu oggetto di numerosi studi da parte dell’artista.

Egli cercava di studiare un nuovo modo di rappresentare forme esistenti e lo spazio in cui queste si inseriscono. Cinque figure femminili sono liberamente disposte entro uno spazio non prospettico, utilizzando più punti di vista. L’opera è il risultato di 806 bozzetti preparatori.

Pablo Picasso, Les demoiselles d’Avignon, 1907. Olio su tela, 244x233 cm. New York, Museum of Modern Art.
  • Il quadro riprende una casa d’appuntamento di Barcellona, situata in Carrer d’Avinyó, da cui il titolo.
  • Le donne sono disposte quasi come in una scena di teatro, come dimostra la tenda a lato.
  • I lineamenti delle ragazze appaiono asimmetrici, i visi e i corpi sono tagliati da molti angoli acuti.
  • I volumi sono rappresentati attraverso l’incastro di piani, non attraverso il chiaroscuro.
  • Le due figure di destra sembrano maschere africane, come quelle viste dall’artista al Museo del Trocadero, a Parigi.
  • La donna in basso è vista da diversi punti di vista, riassunti in un’unica immagine.
  • Lo spazio è diviso in sfaccettature: sembra compresso, in quanto è trattato pittoricamente allo stesso modo delle figure e degli oggetti.
  • La figura a sinistra ha il volto di profilo e l’occhio frontale: sono probabili reminiscenze dell’arte oceanica ed egizia.