Storia dell'arte

Bernini - Il colonnato e Piazza San Pietro a Roma

Nel 1607 era stata conclusa la facciata della Basilica di San Pietro, ad opera di Carlo Maderno (1556-1629). Per rendere più visibile la cupola di Michelangelo, Bernini (architetto e scultore di grande fama) fu chiamato a dare forma alla spianata antistante la basilica. Realizzò una doppia piazza, composta da un trapezio e da un’ellisse.

Lo spazio ellittico si trova a distanza sufficiente da consentire una piena visione della cupola. Lungo il suo perimetro si snoda un colonnato a quattro file di possenti colonne.

Variazioni visive per chi procede verso la chiesa

Chi attraversa la piazza può cogliere un effetto di continua variazione visiva: un alternarsi di spazi chiusi e aperti, di rapporti prospettici mutevoli, mentre le quattro file di colonne si presentano in una successione ritmica sempre diversa. Al centro, si innalza un obelisco egizio, un tempo posto nello Stadio di Diocleziano, che indica l’asse visivo principale. Bernini, peraltro, aveva previsto due ingressi laterali alla piazza, che avrebbero del tutto eliminato l’idea del punto di vista unico verso la chiesa. Un preciso significato simbolico è legato alla forma della piazza: vista dall’alto, essa sembra “abbracciare” la folla dei fedeli qui riuniti.

L’ellisse, forma emblematica dell’architettura barocca

L’ellisse è una forma congeniale all’architettura barocca: avendo due fuochi, essa non presenta un centro definito; per questo motivo lo spazio delimitato dall’ellisse è percepito come mutevole, non idealizzato, come era nel Cinquecento per gli edifici a pianta centrale.

  • Le ali della piazza trapezoidale sono divergenti, e per un effetto prospettico inquadrano la facciata, avvicinandola al fedele.
  • Il colonnato inquadra la successiva piazza trapezoidale e, nel percorso verso la chiesa, offre una molteplicità di suggestioni visive.
  • Il colonnato ellittico porta il fedele alla giusta distanza per ammirare la cupola.
  • Percorrendo lo spazio oltre l’ellisse, si coglie improvvisamente la  grandezza della basilica.