Patinir Joachim 1480-1524

Pittore olandese, pioniere del paesaggio come un genere indipendente. Nulla è noto della sua prima vita, ma nel 1515 è diventato membro della gilda di Anversa. Nel 1521 incontrò Dürer, che ne fece un disegno e lo descrisse come un "pittore di paesaggio buono".
 

Ruisdael, Jacob Izaaksoon van 1628-1682

Artista barocco, considerato spesso il più grande pittore paesaggistico olandese. Probabilmente era l'allievo di suo padre, il creatore del telaio e l'artista Isaak de Goyer, che poi si chiamava Ruysdael. Nessuno dei dipinti di Isaak è stato identificato con certezza e non è possibile determinare la natura e la portata della sua influenza su Ruisdael. Jacob era il nipote del noto pittore Salomon van Ruysdael (questa distinzione nell'alfabetizzazione avviene costantemente nelle proprie firme).
 

Hendrick ter Brugghen 1588-1629

Pittore olandese, uno dei primi e migliori esponenti del Caravaggismo nell'Europa settentrionale. Nato in una famiglia cattolica, è cresciuto a Utrecht, ha studiato lì con Bloemaert, poi ha trascorso circa un decennio a Roma (1604-1614).
 

Guariento d'Arpo 1338-1368

Pittore italiano. Era il primo pittore del suo tempo a Padova e viene registrato per la prima volta come maestro nel 1338.
 

Codazzi, Viviano 1604-1670

Pittore italiano. Arrivò a Napoli circa il 1634, quasi certamente addestrato a Roma. È appartenuto ai molti seguaci di Pieter van Laer, un pittore olandese che lavora a Roma. Questo gruppo di pittore era conosciuto come il "Bamboccianti" dopo il soprannome o di Laer.
 

Wesel Adriaen van 1415-1490

Scultore olandese che ha vissuto e lavorato nella sua città natale Utrecht. È diventato uno dei principali cittadini di Utrecht, figura importante della milizia e del consiglio comunale. È considerato uno degli artisti principali dei Paesi Bassi del Nord.
 

Duyster, Willem Cornelisz. o Duijster 1599-1635

Pittore olandese di scene di genere e ritratti, attivo principalmente nel suo nativo di Amsterdam. La maggior parte dei suoi quadri dipingono i soldati, talvolta in azione, ma più di solito bere, giocare, o wooing.
 

Buytewech, Willem Pieterszoon 1591/92-1625

Pittore o incisore olandese, soprannominato "Geestige Willem" (Witty Willem). Era attivo nel suo nativo di Rotterdam e a Haarlem, dove era strettamente associato a Frans Hals.
 

Romano, Antoniazzo 1430/35-1508

Il primo documento che lo nomina, risalente al 1461, cita una sua copia, mai trovata, della Madonna di Santa Maria Maggiore. Va considerato a buon diritto uno dei maggiori esponenti della pittura romana del ‘400.
 

Degas, Edgar 1834-1917

Hilaire German Edgar Degas nasce a Parigi nel luglio del 1834 e qui muore nel 1917. Pittore e scultore, sviluppa la sua formazione artistica nella solitudine, attraverso esperienze personali e, benché frequenti spesso gli Impressionisti, rimane comunque ai margini del movimento e mai modificherà il suo modo di osservazione nei confronti del paesaggio e della vita cittadina.
 

Della Quercia, Jacopo 1374-1438

Jacopo di Pietro D'Agnolo di Guarnieri, detto Jacopo della Quercia, nacque a Querciegrossa nei pressi di Siena tra il 1371 e il 1375 circa. Non conosciamo molto della sua formazione, che risentì degli influssi tardo gotici della grande tradizione dei Pisano. La prima opera documentata dell'artista è la Madonna in trono con il bambino per il duomo di Ferrara.
 

Da Maiano, Benedetto 1442-1497

Scultore fiorentino che riportati nella seconda metà del 15 ° secolo molti dei motivi e stilemi caratteristici del primo tempo.
 

Badalocchio, Sisto 1585-1619

Pittore italiano. La sua formazione iniziale è pensato di aver preso posto in accademia dei Carracci a Bologna e con Agostino Carracci, durante gli anni di quest'ultimo a Parma al servizio di Ranuccio I Farnese (1600-1602).
 

Duccio, Agostino 1418-1481

Scultore e architetto fiorentino. E 'stato il più originale, se non il più grande scultore del suo tempo, e l'unico scultore 15 ° secolo nato a Firenze che doveva poco a Donatello e Ghiberti. Il suo stile fresco e vivace era lineare e aggraziato con tendaggi vorticose distintivi.
 

Bertoldo di Giovanni 1420-1491

Scultore italiano, allievo e assistente di Donatello (la cui pulpiti di S. Lorenzo ha finito) e l'insegnante di Michelangelo, da quando è stato impiegato da Lorenzo de 'Medici, il Magnifico, come custode della sua giardino di sculture, che è stato uno dei primi accademie moderne.
 

Orazio Borgianni 1574-1616

Documenti scoperti di recente hanno gettato nuova luce sulla carriera di Orazio Borgianni, che ha lavorato a Roma e in Spagna alla fine del XVII secolo.
 

Munari, Bruno 1907-1998

Nato a Milano nel 1907 L’artista Bruno Munari ha percorso l’arte e la cultura del Novecento, lasciando ovunque tracce significative. I suoi progetti sono sempre bordeline a cavallo tra razionalità e fantasia. Dotato di una grande, quasi fanciullesca, curiosità.
 

Juan De Juni

Scultore, probabilmente di origine borgognona. Ha lavorato presso Leun e Salamanca prima di stabilirsi a Valladolid nel 1540. E 'stato uno scultore prolifico di soggetti religiosi, eccellendo nella drammatica espressione di emozioni, ed è generalmente classificato accanto ad Alonso Berruguete, come lo scultore eccezionale spagnola del suo periodo. Berruguete stesso lo chiamava 'il miglior scultore straniero in Castiglia'.
 

Allori, Alessando 1535-1607

Alessandro Allori, il cui nome completo è Alessandro di Cristofano di Lorenzo del Bronzino Allori, nasce a Firenze il 3 Maggio 1535 ed è stato uno degli artisti più prolifici e attivo di Firenze alla fine del XVI secolo. Suo padre, un fabbricante di spade, morì quando aveva cinque anni e il pittore Agnolo Bronzino, si prese carico della famiglia e Alessandro Allori divenne suo allievo e figlio adottivo.
 

Alma-Tadema, Lawrence 1836-1912

Nato nel piccolo villaggio di Dronrijp, vicino a Leeuwarden (Frisia), con il nome di Laurens Alma Tadema, Lawrence era figlio del notaio Pieter che morì quando lui aveva quattro anni. Sua madre, la seconda moglie di Pieter, si trovò a dover mantenere una famiglia molto numerosa ed avviò immediatamente Lawrence alla professione del padre, ma al manifestarsi del suo grande talento artistico Lawrence venne mandato ad Anversa.